Indietro

Alga Tossica minaccia il turismo

L’alga osteropsis ovata diventata un cliente fisso del nostro mare e questo caldo ne favorisce la proliferazione

MASSA — Sulla base del campionamento effettuato il 13 giugno scorso, Arpat ha diffuso un bollettino che evidenzia fioriture critiche di ostreopsis ovata nel punto di campionamento del litorale massese identificato come OST- MS5 che corrisponde al tratto di mare all’imbocco della vasca dell’ostello della gioventù in zona campeggi ovest.

Sappiamo che l’Ostreopsis ovata, volgarmente conosciuta come alga tossica, è un’ alga che, in qualche caso, può produrre effetti negativi sugli organismi marini e lievi malesseri nei bagnanti principalmente attribuibili ad inalazione di aereosol.

Quando le fioriture algali raggiungono concentrazioni critiche possono infatti indurre uno stato morboso acuto anche nell’uomo, mai letale, caratterizzato da dolori muscolari e articolari, dermatite, congiuntivite, febbre, rinorrea e tosse. Eventuali problemi per la salute umana, sempre di lieve entità, compaiono rapidamente (2-6 ore dall’esposizione) e si risolvono altrettanto rapidamente (entro le 24 ore) senza ulteriori conseguenze. L’intensità della sintomatologia non dipende dai bagni in mare ma è correlata alla durata dell’esposizione all’aerosol pertanto è consigliabile, nei periodi di fioritura critica, ridurre la frequentazione dei tratti di arenile interessati.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it