Indietro

Carrara sospende la stagione teatrale

Per effetto del decreto ministeriale sono rinviate fiere e manifestazioni. Cinema e biblioteche aperti ma con l'obbligo della distanza di sicurezza

CARRARA — Il Comune di Carrara sospende la stagione teatrale, la manifestazione "Carrara celebra le sue donne", il Carneval profano e le fiere. Questi appuntamenti sono rinviati a data da destinarsi. Lo rende noto il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale recependo le misure di contrasto e contenimento del coronavirus contenute del decredo ministeriale firmato ieri a Palazzo Chigi.

Il provvedimento prevede la sospensione delle attività didattiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado, dai nidi alle università, fino al 15 marzo.  "Anche le lezioni della Scuola di Musica e dell’Università del Tempo libero - spiega il sindaco in un post su Facebook- sono, pertanto, sospese".

I cinema - prosegue il sindaco- resteranno aperti. Il gestore avrà però l’obbligo di assicurare che durante la proiezione sia rispettata la distanza di sicurezza tra gli spettatori, come prevede la norma. Anche le biblioteche resteranno aperte, con la stessa prescrizione e sempre la distanza di sicurezza sarà il requisito imprescindibile durante i mercati settimanali, che continueranno dunque a svolgersi".

Per quanto riguarda le attività sportive, gare e competizioni dovranno tenersi rigorosamente a porte chiuse.

A rendere nota la sospensione delle attività teatrali è anche una nota della Fondazione Toscana spettacolo onlus

"Il Comune di Carrara - si legge nella nota -  visto il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo, ha disposto la sospensione di tutte le attività previste per il Teatro degli Animosi e per la Sala Garibaldi fino al 3 aprile. Il Comune e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus, che gestisce il teatro insieme all’amministrazione, proveranno a recuperare gli eventi annullati a partire dal mese di aprile. Il decreto del 4 marzo all’articolo 1 – “Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorionazionale del diffondersi del virus COVID-19” – prevede infatti, al comma b, la sospensione deglispettacoli di qualsiasi natura “che comportano affollamento di persone tale da non consentire ilrispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.La Fondazione Toscana Spettacolo onlus e il Comune di Carrara sono profondamente dispiaciutiper questa situazione ed esprimono la loro vicinanza al pubblico e a tutti i lavoratori dello spettacolo colpiti da questo provvedimento".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it