Indietro

Resistenza, l'Anpi diserta il consiglio solenne

L'Anpi, in rottura con l'amministrazione comunale, non si è presentata al consiglio solenne per celebrare la liberazione della città dal nazifascismo

MASSA — Dopo la rottura con l'attuale amministrazione comunale di centrodestra l'Anpi di Massa ha disertato, come era stato già annunciato, il consiglio comunale solenne organizzato per celebrare la Liberazione della città dal regime nazifascista, avvenuta il 10 aprile del 1945. 

Lo strappo è avvenuto quando il sindaco Francesco Persiani ha deciso di far costruire un monumento in memoria di Ubaldo Bellugi, ex podestà di Massa ai tempi del fascismo. 

L'Anpi in mattinata ha comunque posto una corona davanti al monumento ai caduti della Resistenza e per oggi pomeriggio ha indetto una manifestazione in onore della Liberazione di Massa.

"Dovevamo rendere omaggio ai nostri caduti come abbiamo sempre fatto ma non abbiamo voluto avere nulla a che fare con questo consiglio comunale", ha specificato il vicepresidente di Anpi Massa, Nino Ianni.

"Oggi festeggiano la libertà mentre celebrano colui che quella libertà gliela voleva negare. Una ipocrisia a cui l'Anpi non si presterà" ha commenttao il presidente di Anpi Massa Carrara Oliviero Bigini.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it