Indietro

Sorelle morte, nuovo sopralluogo nel campeggio

Dopo gli accertamenti effettuati dall'agronomo sullo stato di salute del pioppo che ha travolto e ucciso le due sorelline nuovo sopralluogo

MASSA — Continuano le indagini per capire le cause del crollo del pioppo che domenica scorsa ha schiacciato due sorelle mentre dormivano insieme ai familiari in una tenda all'interno del campeggio Verde mare di Marina di Massa. Le due sorelline si chiamavano Malak e Janna Lassiri, avevano 14 e 3 anni ed abitavano a Torino. 

Questa mattina dopo gli accertamenti dell'agronomo avvenuti ieri altro sopralluogo dei periti agronomi, insieme al pm titolare delle indagini, gli avvocati dei gestori del camping e i carabinieri.

I reati ipotizzati dalla procura nel fascicolo d'inchiesta aperto ieri sono omicidio colposo e lesioni gravi. Al momento sarebbero due le persone iscritte nel registro degli indagati.

Intanto a Marina di Massa sono arrivati i parenti della famiglia Nassiri, giunti anche dal Marocco, tutti e 14 sono ospiti della Croce Rossa in una struttura d'accoglienza.

Per oggi sono attesi i risultati dell'autopsia effettuata sulle sorelline.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it