Indietro

Morte in cava, sciopero al cento per cento

In cava hanno aderito alla serrata tutti i lavoratori, nelle segherie invece ha aderito l'80 per cento, per un totale di circa 1900 operai del marmo

CARRARA — Massima adesione del settore del marmo per lo sciopero indetto da Cobas, Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil, dopo la morte del cavatore Nicola Mazzucchelli, 46 anni e padre di 4 figli, deceduto dopo essere stato colpito da una sfera diamantata sul posto di lavoro.

Il sindaco di Carrara Angelo Zubbani ha raccolto l'appello del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi per la convocazione di un tavolo sia politico che tecnico, in cui discutere di sicurezza in cava. 

Verranno discusse diverse idee: i sindacati di categoria annunciano, intanto, la volontà di chiedere la riduzione degli orari di lavoro per gli operatori a monte, mentre i Cobas propongono la riapertura di un Pronto Soccorso che possa servire i bacini marmiferi. I funerali di Mazzucchelli si terranno giovedì mattina. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it