Indietro

Strage in auto, il superstite aveva le cinture

L'unico superstite dell'incidente stradale avvenuto sabato mattina a Marina di Carrara aveva le cinture di sicurezza allacciate, le quattro vittime no

CARRARA — Dopo i primi accertamenti effettuati dalla polizia stradale di Massa, il sopravvissuto nell'incedente dove sono morti quattro giovani a Marina di Carrara, aveva le cinture allacciate, mentre le quattro vittime, da quanto emerge, non avevano le avevano. I cinque giovani erano a bordo di una Y10 che si è schiantata su una curva, forse per l'alta velocità. 

Oggi dovrebbero svolgersi le autopsie. Le vittime sono Marco Crea, 21 anni di Avenza; Irene Bellulovich, 19 anni di Marina di Carrara; e due ragazzi inglesi, Oliver Kemp di 35 anni e Thomas Haycock di 29, che lavoravano per il Nuovo Pignone di Massa.

I giovani italiani avevano conosciuto la sera stessa i due inglesi in un pub e si erano offerti per accompagnarli all'hotel dove erano alloggiati a Massa. Poi l'incidente.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it