Indietro

La marijuana online fa scovare il coltivatore

E' finito nel mirino dei carabinieri perché pubblicizzava online i prodotti derivati da cannabis. In casa dell'uomo marijuana essiccata e piante

CARRARA — Pubblicizzava online la vendita di prodotti derivati dalla coltivazione di cannabis e così è finito nel mirino dei carabinieri che gli hanno trovato in casa oltre un chilo di marijuana già essiccata insieme ad alcune piante coltivate nel giardino.

L'uomo, un 43enne di Carrara, si è difeso sostenendo che si trattava di una partita di marijuana "light" regolarmente acquistata, ma alla fine è stato arrestato per ''illecita coltivazione e detenzione di stupefacenti''.  Saranno le analisi di laboratorio a stabilire il principio attivo delle sostanze sequestrate. 

Oltre alle piante e alla marijuana essiccata i carabinieri in casa dell'uomo hanno trovato anche semi di canapa indiana del tipo ''cannabis sativa L.'', una qualità utilizzata per uso industriale e comunemente definita ''light'', perché ha un basso principio attivo.

Le piante invece, quattro, sono state trovate in giardino, due già tagliate e due ancora interrate, dal peso complessivo di circa 4 chilogrammi, innaffiate con un apposito sistema d'irrigazione. 

Il 43enne è stato arrestato per ''coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti''. Il Pubblico Ministero Marco Mansi, informato dell'esito dell'indagine antidroga, ha disposto le analisi di laboratorio che dovranno stabilire il principio attivo delle sostanze sequestrate.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it