Indietro

Attivista fermato in Turchia interrompe i farmaci

Gianfranco Castellotti, fermato dalla polizia turca tre giorni fa, è anche in sciopero della fame. La compagna: "Potrebbe essere espulso"

ISTAMBUL — Potrebbe venire espulso dalla Turchia nelle prossime ore Gianfranco Castellotti, il veterinario di Massa fermato tre giorni fa dalla polizia turca durante una retata a Okmedani, un quartiere di Istambul. Castellotti si trova nella capitale per seguire il processo a carico del gruppo musicale Grup Yorum, accusato di terrorismo e in suo sostegno oggi decine di esponenti dell'Anti-Imperialist Front Italia hanno manifestato a Massa.

Castellotti, già in sciopero della fame, ha interrotto anche l'assunzione di alcuni farmaci prescritti per una grave patologia.

"Non lo sento da 2 ore - ha dichiarato la compagna Maria Grazia vanelli - ma ho parlato con la Farnesina a cui risulta che Gianfranco ha trascorso la notte in un ufficio di polizia e poi è stato trasferito in un altro reparto che si occupa dell'espulsione, proprio quello che lui non voleva, perchè non ha commesso alcun reato. Siamo preoccupati. La Farnesina sostiene che non verrà liberato prima di mercoledì".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it