Indietro

Estorsioni a imprenditori e direttori di banca

Le vittime risiedono in Lunigiana. Sette le ordinanze di custodia cautelare di cui tre a carico di persone vicine alla camorra e a una cosca calabrese

GENOVA — E' culminata con cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere e due ai domiciliari l'inchiesta condotta dai Carabinieri di Massa, coordinati dal pm della procura genovese Federico Manotti, che ha portato alla luce un giro di estorsioni messo atto in Lunigiana contro almeno tre persone fra imprenditori e direttori di banca.

Nell'organizzazione criminale operavano anche tre individui collegati alla camorra e a una cosca calabrese. Tutti devono rispondere del reato di estorsione aggravata dal meotod mafioso.

Notizia in aggiornamento

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it