Indietro

Covid, nuove terapie intensive nei vecchi ospedali

Il presidente della Regione Toscana Rossi: "In dieci giorni possiamo attivare altri 150 posti di letto di terapia intensiva negli ospedali dismessi"

LUCCA — Attivare in dieci giorni altri 150 posti letto di terapia intensiva in Toscana. Lo consentirà la riattivazione di alcuni reparti negli ospedali dismessi o parzialmente in disuso di Lucca, di Massa, di Carrara e del vecchio Santa Chiara di Pisa. Lo ha annunciato il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi in un post su Facebook.

"In tutto abbiamo trovato 150 posti letto di terapia intensiva che sono riattivabili in una decina di giorni e che si aggiungono ai 447 di terapia intensiva che, con i nuovi ospedali di Lucca, Massa, Pistoia e Prato, erano già aumentati del 30 per cento - ha scritto Rossi - Ho parlato con la protezione civile nazionale e ho chiesto almeno trecento ventilatori".

"Noi vogliamo mettere al primo posto la vita - ha scritto ancora il presidente della Regione - Domani farò altri sopralluoghi su strutture dismesse o parzialmente in disuso. Insieme possiamo farcela. Ce la faremo".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it