Indietro

​Ancora allerta per l'alga tossica

In tutti i punti monitorati da Arpat i parametri batteriologici sono stati superati. L'alga tossica non lascia il nostro litorale

MASSA — Ancora allerta per l'alga tossica

In tutti i punti monitorati da Arpat i parametri batteriologici sono stati superati.

Dalle analisi di laboratorio effettuate da Arpat, risulta che il valore limite non solo è stato superato, ma è anche aumentato rispetto all'ultimo controllo. La situazione non è da sottovalutare perché la prolungata esposizione alle tossine che l'alga rilascia provoca malesseri generali come febbre, dolori muscolari, mal di gola e congiuntiviti.

E questi malesseri sono stati denunciati da molti bagnanti dei quattro punti monitorati da Arpat. Il monitoraggio nel periodo estivo viene effettuato ogni 15 giorni, non solo perché l'elevata temperatura dell'acqua favorisce la fioritura, ma anche perché le nostre coste sono particolarmente soggette a questa situazione di allerta per lo scarso ricambio idrico causato dalle barriere artificiali.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it