Indietro

​Non mi paghi? E io ti graffio l'auto

Questo secondo il racconto dell'automobilista ma in assenza di prove non può essere incolpato il venditore ambulante extracomunitario

MASSA — Gli extracomunitari che chiedono soldi fanno ormai parte del nostro panorama sociale, soprattutto nei pressi dei parcheggi dove indicano come sostare e dove. Ma forse arrivare a pretendere la retribuzione come se il suolo pubblico appartenesse loro, è un po' troppo. Un ragazzo africano infatti aveva indicato un parcheggio libero a un automobilista che si è poi rifiutato di ricompensare l'ambulante con qualche spicciolo. Tra i due c'è stato uno scambio di vedute e qualche parola di troppo, finché l'uomo ha cacciato via lo straniero sgarbatamente, sostenendo di non aver ricevuto nessun servizio, poiché tutta l'area del parcheggio era vuota. Ma una amara sorpresa attendeva l'uomo: al ritorno ha trovato l'auto tutta graffiata. L'automobilista ha chiesto immediatamente spiegazioni all'africano che, sostenuto dai suoi connazionali, ha negato tutto e anche il ricorso alle forze dell'ordine è stato vano, in quanto, senza nessuna prova certa, non è possibile risalire all'autore dell'incivile gesto.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it