Indietro

La procura sblocca il porto di Carrara

Concessa un'autorizzazione per utilizzare in via temporanea due gru e altre attrezzature sotto sequestro per scaricare un cargo in arrivo

MASSA — Il sequestro dei mezi meccani del porto di Carrara - provvedimento che di fatto ne ha paralizzato l'attività - è stato disposto nell''ambito di un'inchiesta su alcune presunte irregolarità delle concessioni per operare sulle banchine.

L''autorizzazione temporanea è stata concessa dalla procura per l'arrivo, domani, di una nave merci il cui carico deve essere scaricato. 

Il comitato portuale ha comunque dato il via libera alla concessione ad operare dal primo settembre sulla banchina di levante e sta valutando la possibilità di garantire anche l''imbarco e lo sbarco sulla banchina di ponente in base al regolamento portuale.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it